FUORI C'E' UN MONDO

di Giovanni Galletta

 

Gabriele sembra aver avuto tutto dalla vita : è uno scrittore di successo, possiede un ristorante alla moda, è giovane, attraente e benestante.

Ma non riesce a scrollarsi di dosso una forma di depressione che gli fa trascorrere troppe ore a letto e gli rende impossibile qualunque partecipazione agli eventi del mondo di fuori.

Finché un giorno, mentre sta correndo lungo il Tevere, ha un malore e viene soccorso da Lorenzo, un senzatetto che ha perso tutto ma non la voglia di vivere, e un quadro che risveglia in Gabriele ricordi importanti della sua infanzia problematica.

LA FUGA

di Stefano Calvagna

 

Saverio Salvesi (Claudio Vanni) è un ex pugile fallito con diversi precedenti penali alle spalle.

Dopo la morte della madre, per vendetta contro chi non gli ha concesso un prestito per farla curare, decide di rapinare una banca. Una rapina che finirà nel sangue, con un morto. Ma il rapinatore lo ignora perchè non ha sparato, limitandosi a fuggire con il bottino tra le vie del centro di Roma.

L’uomo in fuga e braccato dalla polizia, trova casualmente rifugio nell’appartamento di Micol (Sveva Cardinale), un’escort trans che lo accoglie in casa scambiandolo per un cliente. Ma nell’introdursi nel palazzo, il malvivente urta accidentalmente contro la signora Nilde (Lucia Batassa). L’anziana avverte la polizia e sulle tracce del malvivente finiranno il commissario Dollorenzo (Stefano Ambrogi), l’ispettore Madanìa (Stefano Calvagna) e l’agente Filieri (Daniele Trombetti).

Nel corso della reclusione forzata nello studio di Micol, tra Saverio e l’algida trans si creerà un progressivo feeling che metterà a nudo le debolezze di entrambi.

IL SEGRETO DI PULCINELLA - Storie dalla Terra dei fuochi

di Mary Griffo

 

Un documentario che parte da quella che un tempo era chiamata Campania Felix e che, dagli anni ’90, è stata trasformata in discarica d’Italia.

La pellicola scritta e diretta dalla giovane regista Mary Griffo e prodotta da Socialmovie, racconta con testimonianze ed immagini ciò che è oggi la Terra dei fuochi, una terra avvelenata, che produce frutti che uccidono.

 

Tutti lo sanno, ma nessuno ne parla. Un segreto che non è più tale. È di questo che parla il film, girato grazie a due anni di riprese tra le terre martoriate da rifiuti tossici e da roghi clandestini.